home archivio

Preparazione dei binomi alla prova "richiamo con distrazione" del test Buon Cittadino a 4 Zampe® (BC4Z)

gestione in libertàUno splendido sole ci ha accolto al campo dell'asd “Mind the Dog” che ha messo a nostra disposizione un campo recintato in cui poter giocare con i cani in libertà in tutta sicurezza.

La giornata di sabato è stata interamente dedicata a giochi di richiamo per consolidare la preparazione dei binomi persona-cane alla prova n° 7 del test Buon Cittadino a 4 Zampe® (BC4Z) “richiamo con distrazione”.

Il primo gioco proposto ai partecipanti era volto a verificare il grado di collaboratività dei cani in un esercizio di richiamo abbastanza semplice a partire dal cane in “resta”. Si trattava di una simulazione del golf, dove le buche erano rappresentate da coni ben visibili nell'erba e le palline dai cani. I binomi hanno affrontato il percorso uno dopo l'altro, in tutta tranquillità. (..)

Il proprietario doveva lasciare il cane seduto con il segnale "resta" alla prima buca, recarsi alla seconda e da lì richiamarlo, all'arrivo del cane, rimetterlo seduto nella giusta direzione, dargli nuovamente il segnale "resta" e recarsi alla terza buca e così via fino al completamento delle cinque buche previste.

L'obiettivo era quello di centrare la buca con un solo colpo, riuscire, cioè, a far in modo che il cane arrivasse esattamente nel punto desiderato con un solo richiamo. Sarebbe risultato vincitore chi avesse realizzato il percorso con il minor numero di richiami e senza errori sul "resta". Il percorso era stato preparato in modo che il primo richiamo fosse molto semplice, con poca distanza tra una buca e l'altra, le buche successive sono state posizionate progressivamente più distanti. Sotto la guida di Daniela e Patrizia ha vinto il gioco Rita che, con un percorso netto, si è aggiudicata un bell'osso di prosciutto!

Nella vita di tutti i giorni difficilmente capita di richiamare il cane dal “resta”, di solito ci troviamo a chiamarlo quando è libero e lontano da noi, perciò dopo il primo gioco di riscaldamento, i cani sono stati liberati e i proprietari hanno verificato la loro capacità di gestirli e richiamarli al momento opportuno. Infatti durante la gestione in libertà un educatore ha chiesto più volte ai proprietari di richiamare il cane per metterlo seduto vicino a sé, per fare un esercizio di controllo o per verificare il training con la museruola. Questo è soltanto un esempio di cosa si può fare per mantenere un legame con il nostro cane quando è in libertà: chiamarlo per fare qualcosa insieme o per premiarlo con un bocconcino e poi lasciarlo di nuovo in libertà.

segnali calmanti fra nuvola e chiliI cani presenti si sono dimostrati molto attenti al movimento dei loro proprietari e solleciti a tornare al richiamo, Chili ha sfoggiato anche un buon repertorio di segnali calmanti. Dopo una breve pausa per rinfrescarci tutti all'ombra, è stato proposto un gioco davvero difficile per i proprietari.

Sono stati distribuiti sul terreno alcuni birilli, ciascuno con il nome di uno dei cani partecipanti, cani e proprietari dovevano muoversi liberamente all'interno di tutta l'area. L'educatore che guidava il gioco dava il segnale ai proprietari di richiamare il cane alzando un braccio, a questo punto i proprietari dovevano raggiungere, insieme al proprio cane, il birillo con il suo nome e fermare il cane in posizione "seduto". L'ultimo ad arrivare perdeva uno dei 5 sticks di bufalo consegnati ad ogni partecipante all'inizio della gara. Dopo il richiamo e il pagamento da parte dell'ultimo arrivato, si tornava in libertà e  i birilli con i nomi venivano spostati in zone diverse, a volte a vista, a volte più nascosti. E così via per 8 volte. Al termine della gara i cani hanno ottenuto in premio gli sticks che il conduttore era riuscito a conservare.

Durante questo gioco la difficoltà non era soltanto nel richiamare velocemente il cane, ma anche di dover tenere d'occhio contemporaneamente il proprio cane, i segnali con i nomi che venivano spostati continuamente, la persona che dava il segnale per il richiamo. Inoltre i cani erano continuamente distratti dalle persone che si muovevano per spostare birilli e da tutti i partecipanti che al segnale cominciavano a correre contemporaneamente in direzioni diverse.

Ringraziamo per aver partecipato a questa giornata di giochi di richiamo Lorenza con Brando, Daniela e Patrizia con Rita, Stefania con Nuvolone, Stefania con Chili, Valentina con Noemi; grazie anche a Marta Castagnone per aver collaborato alla buona riuscita della giornata e all'asd Mind the Dog per l'ospitalità.

Condividi questo articolo

 

Libri consigliati

Barbara Gallicchio,“Lupi travestiti. Le origini biologiche del cane domestico”,Edizioni Cinque, 2001

lupi travestiti

Leggi tutto...

FaceBook


privacy ~ copyright ~ area riservata
C.F. 7610400588
crediti
[Top]