home archivio

Giochi di conduzione al guinzaglio

la conduzione al guinzaglio è un gioco!Anita, Dora, Pilù, Rita e Rocco sono i cani che sabato scorso si sono cimentati con i loro accompagnatori in giochi e gare al guinzaglio in una delle splendide pinete di villa Pamphili.

La giornata, organizzata dall'asd Parola di Cane, è stata un momento per verificare la solidità del legame cane-conduttore raggiunta attraverso un percorso di educazione di base e in vista della preparazione al test del Buon Cittadino a 4 Zampe®.

All'arrivo dei partecipanti alcuni cani erano molto eccitati e non ancora nella condizione ideale per “lavorare” perciò gli educatori presenti hanno deciso di cominciare con qualcosa che potesse rilassarli un po': una ricerca olfattiva di bocconcini sparsi nell'erba, qualche minuto di luring (seguire la mano del proprietario in percorsi che disegnano cerchi, numeri o lettere dell'alfabeto in cui il cane viene premiato se si concentra sulla mano e si muove con tranquillità) e una libera esplorazione dello spazio in cui era allestito il percorso per il primo gioco. (...)

Poi, uno alla volta, le coppie cane-condutore hanno affrontato tutte le stazioni del percorso: camminare insieme fino al primo segnale ed eseguire un “seduto” (con segnale gestuale), ripartire e fermarsi al secondo segnale per eseguire un “terra”, se necessario, con l'aiuto di un bocconcino e di un'adeguata gestualità da parte del proprietario, camminare a slalom tra i birilli seguendo la mano del conduttore (con o senza bocconcini secondo le abilità di ciascuno), un salto su un ostacolo, attraversamento della ruota, con proprietario in piedi all'interno di un cerchio che gira su se' stesso il cane lo segue camminando in tondo all'esterno del cerchio, ricerca olfattiva nei “cinesini”.

rita e patrizia impegnate nel salto dell'ostacoloObiettivo di questo percorso non era tanto riuscire a superare tutte le stazioni, quanto dimostrare una buona sintonia tra cane e conduttore con difficoltà per entrambi: il cane doveva seguire le indicazioni del proprietario e fare attenzione agli ostacoli che incontrava, il conduttore doveva guidare il cane con la voce e con il corpo e gestire la lunghezza del guinzaglio che non doveva mai essere in tensione.

Dopo una breve pausa i giochi sono ripresi con una difficoltà in più, infatti i conduttori si sono trovati a dover gestire il guinzaglio e il proprio cane in presenza di un altro cane, guidato dal proprio conduttore attraverso un percorso imprevedibile agli occhi dell'altra coppia.

Il campo di gioco era costituito da 10 birilli disposti in cerchio, su ogni birillo era affisso un cartello con una cifra da 0 a 9. Ciascuna coppia doveva descrivere un percorso seguendo le cifre che compongono il numero di telefono del proprietario partendo dal centro del cerchio e tornando al centro prima di dirigersi verso la cifra successiva; contemporaneamente un'altra coppia si muoveva all'interno dello stesso cerchio, componendo il proprio numero di telefono. La difficoltà maggiore per i conduttori era costituita dal fatto di dover tenere sotto controllo molte cose contemporaneamente: ricordarsi il proprio numero di telefono (è stata forse questa la vera difficoltà del gioco!), realizzare il percorso guidando il cane con la voce e con il corpo senza mai mettere in tensione il guinzaglio, mantenere la distanza opportuna dall'altro cane, anch'esso in movimento.

staffetta fra cani e accompagnatoriUltimo gioco una staffetta a squadre in cui il tragitto doveva essere coperto utilizzando due cartoni per realizzare una sorta di “passerella mobile”: il cane doveva aspettare seduto su un cartone mentre il conduttore posizionava davanti a lui il secondo cartone, poi il cane veniva fatto camminare avanti e messo seduto sul secondo cartone mentre il conduttore recuperava il primo e lo spostava avanti, e così via fino al termine del tragitto dove un'altra coppia cane-conduttore effettuava il percorso di ritorno. Sono risultati vincitori della gara Rita e Pilù, premio di consolazione per Rocco e Anita.

Grazie a tutti per aver partecipato e arrivederci al prossimo appuntamento di gruppo.

Condividi questo articolo

 

privacy ~ copyright ~ area riservata
C.F. 7610400588
crediti
[Top]